La soluzione più compatta ed economica per offrire una protezione completa alla pompa

Scopri di più

La soluzione più compatta ed economica per offrire una protezione completa alla pompa

Scopri di più

La scheda elettronica
AVIATOR consente di aumentare la coppia di spunto dei motori monofase in modo semplice ed economico

Scopri di più

La scheda elettronica
AVIATOR consente di aumentare la coppia di spunto dei motori monofase in modo semplice ed economico

Scopri di più

PILOT è un dispositivo elettronico per la protezione ed il controllo di pompe monofase e trifase attraverso la segnalazione di:

Sovracorrente, mancanza fase, eccessivo numero di ripartenze.

Il display LCD retroilluminato consente di visualizzare il valore di corrente assorbita e di impostarne la soglia massima oltre la quale il PILOT interviene arrestando la pompa. è inoltre possibile programmare il massimo numero di ripartenze che la pompa può effettuare ed oltre le quali il PILOT ne sospende il funzionamento.

Marcia a secco

PILOT fornisce un’indicazione del fattore di potenza (P.F. o cosø) e consente di programmare una soglia minima (relativa alla condizione di marcia a secco) al di sotto della quale arrestare la pompa.

PILOT effettua fino a 5 tentativi di ripartenza automatica con tempistiche definibili dall’utente.

PILOT registra il numero di avvii della pompa e le ore totali di funzionamento.

Mediante lo storico errori è possibile verificare gli allarmi intervenuti agevolando dunque le operazioni di assistenza.

La struttura interamente in alluminio conferisce al PILOT estrema solidità e facile raffreddamento. Il grado di protezione IP55 rende possibile l’installazione anche in ambienti umidi e polverosi.

PILOT pompa sommersa

PILOT, in abbinamento ad un inverter della linea VASCO, gestisce l’avvio e l’arresto delle pompe D.O.L. offrendone al contempo protezione.

PILOT è un dispositivo elettronico per la protezione ed il controllo di pompe monofase e trifase attraverso la segnalazione di:

Sovracorrente, mancanza fase, eccessivo numero di ripartenze.

Il display LCD retroilluminato consente di visualizzare il valore di corrente assorbita e di impostarne la soglia massima oltre la quale il PILOT interviene arrestando la pompa. è inoltre possibile programmare il massimo numero di ripartenze che la pompa può effettuare ed oltre le quali il PILOT ne sospende il funzionamento.

Marcia a secco

PILOT fornisce un’indicazione del fattore di potenza (P.F. o cosø) e consente di programmare una soglia minima (relativa alla condizione di marcia a secco) al di sotto della quale arrestare la pompa.

PILOT effettua fino a 5 tentativi di ripartenza automatica con tempistiche definibili dall’utente.

PILOT registra il numero di avvii della pompa e le ore totali di funzionamento.

Mediante lo storico errori è possibile verificare gli allarmi intervenuti agevolando dunque le operazioni di assistenza.

La struttura interamente in alluminio conferisce al PILOT estrema solidità e facile raffreddamento. Il grado di protezione IP55 rende possibile l’installazione anche in ambienti umidi e polverosi.

PILOT pompa sommersa

PILOT, in abbinamento ad un inverter della linea VASCO, gestisce l’avvio e l’arresto delle pompe D.O.L. offrendone al contempo protezione.

I motori monofase, specialmente in presenza di elevate cadute di tensione, possono presentare difficoltà di avviamento. La scheda elettronica AVIATOR consente di aumentare la coppia di spunto dei motori monofase in modo semplice ed economico.

L’AVIATOR, ordinabile come accessorio al PILOT 118, è dotato di specifici contatti con cui si accoppia meccanicamente ed elettricamente alla scheda di potenza del PILOT. Il condensatore di avviamento, presente nella scheda AVIATOR, viene inserito in parallelo al condensatore di marcia solo nella fase di avvio del motore. Successivamente, quando il motore si è avviato, l’AVIATOR disinserisce il condensatore di avviamento.

Nelle soluzioni tradizionali il relay di avvio è tipo voltmetrico e mantiene inserito il condensatore di avviamento fino a quando la tensione ai capi della bobina non raggiunge un determinato valore, caratteristico del relay, tale da aprire il contatto e disinserire il condensatore di avviamento.

È necessario scegliere opportunamente il relay voltmetrico in relazione al motore impiegato sulla base della frequenza di alimentazione, della tensione massima dell’ avvolgimento di avviamento e delle tensioni di inserimento/disinserimento del condensatore di avviamento. Ne consegue la gestione di un elevato numero di relay voltmetrici, specifici per ogni motore e per ogni costruttore.

Con la scheda AVIATOR invece il disinserimento del condensatore di avviamento viene stabilito dall’elettronica di comando del PILOT che monitora costantemente tutti i parametri elettrici del motore. In questo modo il relay dell’AVIATOR non risulta più alimentato dall’avvolgimento di avviamento e non necessita più di specifici valori di tensione per l’apertura e la chiusura del contatto.

Ciò significa che, con un’unica scheda AVIATOR, è possibile alimentare, in abbinamento al PILOT 118, qualsiasi motore monofase delle primarie case costruttrici. È solamente necessario scegliere il corretto valore di capacità del condensatore di avviamento in relazione alla potenza del motore.

AVIATOR-grafici-ita
Modello Potenza del motore kW Condensatore d’avvio uF
AVIATOR 1 0,37 – 0,55 53 – 64
AVIATOR 2 0,75 – 1,1 108 – 130
AVIATOR 3 1,5 – 2,2 189 – 227

I motori monofase, specialmente in presenza di elevate cadute di tensione, possono presentare difficoltà di avviamento. La scheda elettronica AVIATOR consente di aumentare la coppia di spunto dei motori monofase in modo semplice ed economico.

L’AVIATOR, ordinabile come accessorio al PILOT 118, è dotato di specifici contatti con cui si accoppia meccanicamente ed elettricamente alla scheda di potenza del PILOT. Il condensatore di avviamento, presente nella scheda AVIATOR, viene inserito in parallelo al condensatore di marcia solo nella fase di avvio del motore. Successivamente, quando il motore si è avviato, l’AVIATOR disinserisce il condensatore di avviamento.

Nelle soluzioni tradizionali il relay di avvio è tipo voltmetrico e mantiene inserito il condensatore di avviamento fino a quando la tensione ai capi della bobina non raggiunge un determinato valore, caratteristico del relay, tale da aprire il contatto e disinserire il condensatore di avviamento.

È necessario scegliere opportunamente il relay voltmetrico in relazione al motore impiegato sulla base della frequenza di alimentazione, della tensione massima dell’ avvolgimento di avviamento e delle tensioni di inserimento/disinserimento del condensatore di avviamento. Ne consegue la gestione di un elevato numero di relay voltmetrici, specifici per ogni motore e per ogni costruttore.

Con la scheda AVIATOR invece il disinserimento del condensatore di avviamento viene stabilito dall’elettronica di comando del PILOT che monitora costantemente tutti i parametri elettrici del motore. In questo modo il relay dell’AVIATOR non risulta più alimentato dall’avvolgimento di avviamento e non necessita più di specifici valori di tensione per l’apertura e la chiusura del contatto.

Ciò significa che, con un’unica scheda AVIATOR, è possibile alimentare, in abbinamento al PILOT 118, qualsiasi motore monofase delle primarie case costruttrici. È solamente necessario scegliere il corretto valore di capacità del condensatore di avviamento in relazione alla potenza del motore.

AVIATOR-grafici-ita
Modello Potenza del motore kW Condensatore d’avvio uF
AVIATOR 1 0,37 – 0,55 53 – 64
AVIATOR 2 0,75 – 1,1 108 – 130
AVIATOR 3 1,5 – 2,2 189 – 227